Burano – il merletto ad ago –

1234

scuola merletti di Burano

 

Burano è nota per il suo merletto

Vi voglio parlare della mia esperienza , ho fatto visita al museo del merletto .

In una Burano piena dei colori  delle case che scaldano il cuore e  di turisti che girano di qua e di la ,

mangiano e comperano dai negozi che offrono pizzi per tutti i gusti e prezzi ( spesso di dubbia origine ! ) .

Pochi si soffermano su quella che è la storia e ben pochi si avventurano al museo , una casetta deliziosa un tempo scuola di merletti .

Si conta che ben 300 ragazze  agli inizi del 900 lavorassero a quest’arte cosi preziosa dovuta a tempi molto lunghi  per poter imparare e poi realizzare un merletto ad ago , di conseguenza solo una certa fascia di persone se lo potevano permettere .

Un tempo quest’arte sponsorizzata  da nobil donne e regine fu un vero aiuto all’industria e al commercio di Venezia , purtroppo la crisi e l’avvento di strumenti meccanici e a basso costo ha costretto tutto questo apparato a scomparire , i nobili non si poterono più permettere queste bellezze molto costose e di grande pregio .

Il museo offre dei pezzi veramente unici . un velo da sposa Strepitoso !!

Nei mesi invernali ci sono anche alcune ricamatrici che danno dimostrazione di tanta bellezza .

Io non ho avuto questa fortuna ma ad un certo punto tra le viuzze di Burano mi sono persa e casualmente ho visto una signora che che stava ricamando nascosta dietro una porta .

Credetemi , forse l’incontro  più bello ed interessante che mi sia capitato  !

A  11 anni  con le sue sorelle più grandi è andata ad imparare alla scuola di merletto con le suore che la facevano da padrone , con le loro preferenze ( nulla di nuovo ! )

Stava lavorando a degli orecchini bellissimi ad ago , poi stanca della sua solitudine ha preso dall’armadio un sacco di  lavori e mi li ha fatti vedere , cose meravigliose!

Mi ha tolto il mio dubbio , nei negozi  vendono anche cose originali fatte da loro , basta saperle riconoscere ( cosa non facile !) dalla leggerezza e dalla pulizia del lavoro , mi ha spiegato .

La cosa che più mi fa riflettere è proprio il sapere che abbiamo una storia ed un valore alle spalle che nemmeno ci rendiamo conto .

L e varie crisi nei tempi ci hanno fatto perdere veramente le cose più preziose e i sacrifici fatti , non pensiate fosse facile stare dieci ore a ricamare per queste donne/bambine , seguite a bacchetta da delle suore incattivite dal convento .

Oggi diamo tutto per scontato, dimenticando la nostra vera origine di creativi .

Queste sono mie modeste considerazioni , non hanno la pretesa di essere uno studio sulla storia del merletto ma ben si sui valori che perdiamo senza nemmeno accorgerci .

Un grazie particolare a questa donna che ancora ricama e le viene chiesto di fare pezzi che costino poco .

Burano-celebre-per-i-suoi-merletti-qualche-decennio-fa-scommettiamo-che-la-nonna-sta-alacremente-ricamando-il-corredo-per-lignara-nipotina-di-fronte

Merlettaie a Burano

Merletti-di-Burano2

Merlettaie al lavoro – Burano –

l43-pizzo-fiere-111111172502_big

Splendido collare a mantellina è realizzato in merletto di Bruxelles, in parte a fuselli (point duchesse) e con inserti ad ago (point de gaze) – Doretta Davanzo Poli

museo-merletto-burano

Il Museo e la vecchia scuola

 

 

 

Annunci